Il Pesce

Il logo della Confederazione Internazionale della Società di San Vincenzo de Paoli è costituito da un pesce stilizzato in un cerchio blu.

Il pesce, antico simbolo del cristianesimo, in questo caso rappresenta il cristianesimo come espresso attraverso l’opera della Società di San Vincenzo de Paoli.
L’occhio rosso del pesce è l’occhio attento di Dio che ci cerca e ci guida verso i modi di aiutare i poveri e i diseredati in mezzo a noi.
L’incrocio delle linee a coda rappresenta l’unità e l’unicità tra i membri. Esso rappresenta anche i membri della Società che lavorano in unione con i poveri ed i bisognosi.
Il cerchio rappresenta la natura globale della Società.
Il motto scritto in latino è “Serviens in Spe” che, tradotto in italiano corrente, significa “Servire nella speranza”.

La speranza, nella Regola della Società, è descritta come ciò che sta allo spirito umano come l’aria sta ai polmoni.“Abbiamo una vera speranza che il nostro lavoro farà la differenza, sia nella vita di coloro che visitiamo sia, in modo misterioso, nel mondo in generale”.

L’Albero

L’albero in fiore è una metafora che rappresenta il modo in cui la Società di San Vincenzo de Paoli si sforza di aiutare le persone a crescere e prosperare.
Il tronco rappresenta la Società, i rami suoi membri e le foglie le persone che abbiamo intenzione di aiutare.
L’albero si trova in uno spazio aperto, accessibile e alla portata di tutti, come un faro di positività e di promessa.

La Croce Vincenziana

La Croce, simbolo universale del cristianesimo, appare in molte forme.
Quello scelto per essere utilizzato dalla Società internazionale è un crocifisso, con la figura di Cristo circondato dalle parole “Quid quid fecistis ex fratribus meis minimis, mihi fecistis”“Qualunque cosa abbiate fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, lo avete fatto a me” (Matteo 25, 40).
Nella base sono le lettere SSVP (l’acronimo utilizzato a livello internazionale per la Società di San Vincenzo de Paoli) e il logo internazionale.
Sul retro il logo internazionale è di nuovo sulla base, circondata dalle lettere CGIConsiglio Generale Internazionale – il Consiglio mondiale della Società.
Sulla croce sono rappresentate opere di misericordia corporale, tramite la loro descrizione in latino:
nutrire gli affamati (Esuriens); dare da bere agli assetati (Sitens), dare un riparo ai senzatetto (Hospes Sum), rivestire gli ignudi (Nudus Somma), visitare i prigionieri (Incarcere), visitare i malati (Infirmus).